Durante un viaggio a Berlino, Federica Gallo ha scoperto FREITAG e da quel giorno vende i nostri prodotti nel suo store Tonolo Selezioni di Mirano.

Chi sei?
Una “bottegaia”, una proprietaria di negozio. Da 29 anni vendo progetti. Dietro ciascun progetto si cela una persona o una personalità interessante.

Tu stiri?
No. Ancora non mi è mai capitato.

Analogico o digitale?
Un po’ entrambi. Se dovessi decidermi, sceglierei il digitale.

Come ti poni nei confronti del cotone?
È una domanda politica. Il cotone però è pratico per alcuni aspetti.

Hai un compost?
No, e nemmeno un giardino. Tuttavia sono attenta a ciò che acquisto. Si può dire che avvii il compost già al momento dell’acquisto.

Perché FREITAG?
Ho scoperto FREITAG durante un viaggio a Berlino. Dopo ogni viaggio torno con qualcosa, quella volta ho portato con me FREITAG. Un progetto interessante, fatto da persone interessanti.

Che cos’è Tonolo Selezioni?
Una selezione di oggetti che devono accompagnare chi li sceglie per tutta la vita. Non devono essere sostituiti, questa è la pretesa. Se vanno bene a me, vanno bene anche ai miei clienti.

Che musica ascolti?
Jazz.

Tralasciando FREITAG, qual è il tuo pezzo preferito in negozio?
Una pentola in ghisa di iittala. Con quella ci si può sfamare un’intera famiglia. Anche se il nome può ingannare, iittala non è un marchio italiano, bensì un progetto finlandese sviluppato negli anni Cinquanta/Sessanta.

Chi compra e indossa FREITAG a Venezia e dintorni?
Tutti. Di qualunque fascia di età. I primi acquirenti sono state le vecchie clienti 10 anni fa. Con F-ABRIC il cliente è più sensibile, con le borse non tanto. La cosa divertente è che la clientela più anziana accoglie positivamente i materiali F-ABRIC perché li conosce dai tempi delle nonne! Dovremmo servirla.

Qual è il più grande cliché sulla tua città? È veritiero?
Le tantissime persone in Laguna! In questi posti si vive perché si è nati qui. La prestazione economica della regione è straordinaria, ma non ha niente a che vedere con il «fortino turistico» Venezia.

Qual è il progetto più innovativo e sorprendente realizzato nel campo della sostenibilità in Italia?
Quest’estate sono stata al Briol, una pensione dell’Alto Adige a conduzione familiare dal carattere storico-culturale. La famiglia Settari vi risiede dal 1880, la bisnonna dell’attuale proprietaria ha lasciato in eredità a ciascuno dei suoi 15 figli «un pezzo di montagna» dei prati circostanti e dato ai suoi discendenti tre regole:

1. Tramandare le proprietà solo all’interno della famiglia.
2. Niente recinti.
3. Agire nel rispetto della montagna.

Della Pensione Briol mi affascinano la coesione familiare profondamente radicata in Italia, che viene portata avanti anche nel mondo imprenditoriale, l’attenzione alla sostenibilità e l’architettura degli anni Venti.

Dove si mangia meglio a Venezia e Mirano?
Colazione: Pasticceria Tonolo, un panificio/pasticceria con una filiale a Mirano e una a Venezia.
Pranzo: a casa!
Cena: a casa!

Dove andresti se non fossi a Venezia o a Mirano?
Via, in sella a una moto. Nessuna città. Con la moto ho riscoperto l’Italia.

Cos’altro vorresti da FREITAG?
Stoffe per l’arredamento d’interi.

Preferiresti essere la sorella di Daniel o di Markus?
Rappresentano una singola unità, sarebbe impensabile dividerli.

Grazie per le foto, Martina Scorcucchi.