Da noi è possibile far riparare le borse FREITAG incidentate: questo non è certo un segreto. Tuttavia forse non tutti sanno che restauriamo anche i vostri pezzi unici favoriti più vecchi e bucherellati. Morena, la nostra chirurga di borse ricavate da teloni, ci racconta per la prima volta i retroscena di questa attività.

Prima mi dedicavo a imbottire carrozze, poltrone Chesterfield o macchine d’epoca. In un certo senso le mettevo un vestito nuovo. Ora saldo teloni, riempio buchi con vernice, cucio angoli e sostituisco vecchie camere d’aria, loghi, chiusure a velcro, cinture di automobile o fibbie giganti.

Nel manifesto FREITAG c’è scritto «we repair». Questo avviene concretamente nel quartier generale dei teloni, nello stabilimento Nœrd di Oerlikon, in basso a destra. Entrata est. Qui, nell’atelier addetto alle riparazioni, Manuela, Morena, io e Leonissa rimettiamo in sesto borse con qualche problema di vecchiaia o incidentate con l’aiuto di trattamenti d’urgenza mirati.

Quando tredici anni fa ho cominciato a lavorare per FREITAG, ero Bbag designer. Il mio lavoro consisteva nel tagliare teloni. Le borse FREITAG vengono riparate da sempre, ma quando il telone era bucato, si applicava semplicemente una toppa ricavata da un telone nuovo. Poi, una volta, abbiamo cercato di rimettere a nuovo i teloni bucati: dopo un po’ di tempo abbiamo trovato il metodo giusto e così sono passata al team Repair, che è quindi diventato il team Retarp.

«Prima ricevevamo spesso biglietti con messaggi personali.»

Con un po’ di colore, un fon caldo e un rullo a mano, nella maggior parte dei casi riuscivamo a ottenere ottimi risultati e rendevamo contenti i proprietari delle borse. Ma a volte, con borse molto vecchie, ogni fatica è sprecata perché i buchi sono troppo grossi, il telone troppo rigido o friabile.

Prima ricevevamo spesso biglietti con messaggi personali, che contenevano piccoli aneddoti sulla borsa incidentata o in cui i proprietari semplicemente scrivevano di essere contenti che qualcuno di prendesse cura di lei. A volte inserivano addirittura un cioccolatino di ringraziamento per il nostro lavoro. Era proprio bello. Oggi, dove grazie al processo di riparazione digitale tutto funziona senza intoppi, questa cosa è diventata più rara. Con lo smartphone non è facile inviare un biglietto scritto a mano e dei cioccolatini.

«Ripariamo ogni borsa in modo individuale: per caso, per piacere e in nome del riciclo.»

La noia? Questa sconosciuta! Poiché ogni borsa è un pezzo unico e viene indossata e usurata da una persona in modo del tutto individuale, dobbiamo ripararla in modo personalizzato. E continueremmo a farlo qua (e là)*: per caso, per piacere e in nome del riutilizzo.

*Portare da noi borse incidentate particolarmente lontane dal nostro quartier generale con la Rega e rispedirle al mittente non è proprio una buona idea, pertanto le borse che si trovano in Giappone vengono soccorse nello store FREITAG Tokyo Shibuya. E per evitare che la montagna di borse non ci cresca sopra la testa, due dei nostri produttori che solitamente cuciono borse FREITAG nuove, ci aiutano a smaltire un po’ di lavoro.


SOS, PEZZO UNICO IN PERICOLO!

Dalla sostituzione gratuita fai da te di pezzi di ricambio come fibbie o bottoni a piccoli lavori di riparazione senza intervenire sul telone, che svolgiamo gratuitamente fino a tre anni dopo l’acquisto, senza dimenticare il servizio F-borse a 360 gradi con cui le nostre chirurghe di teloni rimettono a nuovo la vostra beniamina: qui trovate tutti i nostri trattamenti d’urgenza su misura.

Dott.ssa Morena, ti prego aiutami!